giugno 25

Cicada Tracker | Radiolab

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn

Uno degli esperimenti di sensor journalism più citati, per la verità più vicino alla citizen science che al giornalismo. Con un sensore acustico da 80 dollari si possono aiutare gli scienziati e i giornalisti ad analizzare l’arrivo delle cicale insieme ad alcuni fattori ambientali come la temperatura.

Patches of the East Coast are buzzing with the return of the 17-year cicadas. They’re carpeting spots from GA to CT, and filling the air with a 7 kHz mating buzz. Alert scientists when you see them emerge — or help predict their arrival with a home-built sensor!

viaCicada Tracker | Radiolab.

Alessio Cimarelli

Data scientist at Dataninja
Sono giornalista free-lance e sviluppatore web. Dopo la lau­rea in fisica all’Università Sapienza di Roma, ho con­se­guito il master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste e ho comin­ciato a girare l’Italia, tra gior­na­li­, uffici stampa e ricerca pura. Sono co-fondatore di dataninja.it e datamediahub.it e attualmente collaboro con varie testate ita­liane (L'Espresso, Secolo XIX, Wired) e alcune agen­zie edi­to­riali in ambito di svi­luppo web e data jour­na­lism. Sono mem­bro della comu­nità Spaghetti Open Data e ormai scrivo quasi più in java­script e python che in ita­liano o inglese.
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn

Tag:, ,

Posted 25 giugno 2014 by Alessio Cimarelli in category "Progetti & Inchieste

About the Author

Sono giornalista free-lance e sviluppatore web. Dopo la lau­rea in fisica all’Università Sapienza di Roma, ho con­se­guito il master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste e ho comin­ciato a girare l’Italia, tra gior­na­li­, uffici stampa e ricerca pura. Sono co-fondatore di dataninja.it e datamediahub.it e attualmente collaboro con varie testate ita­liane (L’Espresso, Secolo XIX, Wired) e alcune agen­zie edi­to­riali in ambito di svi­luppo web e data jour­na­lism. Sono mem­bro della comu­nità Spaghetti Open Data e ormai scrivo quasi più in java­script e python che in ita­liano o inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *